Cardinal Ferrari: 35 anni fa la Beatificazione

Il 10 maggio  Opera Cardinal Ferrari ricorda la Beatificazione del suo fondatore.

In particolare quest’anno festeggiamo i 35 anni dalla Beatificazione del Cardinal Ferrari che venne celebrata dall’allora Papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro a Roma.

Il Cardinal Andrea Carlo Ferrari, nato il 13 agosto 1850, dopo essere stato vescovo di Guastalla e di Como, resse per ben ventisette anni l’arcidiocesi di Milano. Erano tempi di forti cambiamenti e di difficili sfide a livello religioso e sociale ma ebbe la prontezza di vedere i problemi che le circostanze storiche ponevano e di rispondere in maniera tempestiva per risolverli. Soprattutto nei confronti della popolazione, visto che gli effetti della prima guerra mondiale erano stati disastrosi nel capoluogo lombardo.

A seguire  il Cardinale diede il suo contributo in tutti i settori: la stampa, la scuola, le opere caritative, le nuove vie della missione, le condizioni della classe operaia e l’emigrazione.

Cercò sempre risposte nuove e significative ai problemi della società moderna, aprendosi con coraggio alle problematiche della città.

Cardinal Andrea Carlo Ferrari - Foto archivio OCF

Don Giovanni Rossi, segretario del Cardinal Ferrari, diceva infatti: “Noi andremo di preferenza dove nessuno va,
dove la gente è abbandonata, dove si ammassano tutti i detriti della vita”.

In particolare fra le sue opere più importanti ci fu la realizzazione del progetto dell’Opera Cardinal Ferrari, nata come “Casa del Popolo” che aveva l’obiettivo di essere un punto di riferimento per la società più fragiledal segretariato del popolo, alle mense aziendali, dall’attenzione per gli operai e la loro formazione fino alle iniziative educative ed editoriali, oltre che dare assistenza a giovani, lavoratori e poveri.

“A distanza di anni il messaggio dell’Opera Cardinal Ferrari rimane chiaro e attualissimo: la sfida alla povertà, che include poi l’assistenza alle fasce più deboli e svantaggiate “i Carissimi”, comincia soprattutto con l’attenzione ai giovani, agli studenti, ai lavoratori affinché siamo messi nelle condizioni di rifiutare il degrado e ricerchino con ostinazione una vita migliore con dignità e decoro. Un principio universale che permea l’intera vita dell’Opera e, siamo certi, continuerà nel futuro.”

Pasquale Seddio, Presidente Opera Cardinal Ferrari

Per approfondire la storia dell’Opera Cardinal Ferrari consigliamo il libro Anche Gesù era un Carissimo – Una storia dell’Opera Cardinal Ferrari di Massimiliano Fratter (2018) e il documentario di Rai Storia La casa dei Carissimi di Ilaria Dassi (2021)

Sostieni le attività dell’Opera Cardinal Ferrari che da più di 100 accoglie chi più ha bisogno, DONA ORA!

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter
per rimanere sempre aggiornato